Commenti recenti

Addestramento di una moglie su richiesta del marit
hello my family member i want to say that this art
-----------------------------------------------------
Addestramento di una moglie su richiesta del marit
wow this could be one particular of the most usefu
-----------------------------------------------------
Schiave del mio cazzo
voglioscopare
-----------------------------------------------------
Prime Esperienze Con Il Cugino
anche io ho un cugino di pari etĆ  e quando avevam
-----------------------------------------------------
L'uomo tedesco combatte insieme madre e madre
a me ĆØ successo quando avevo 20 anni mentre stavo
-----------------------------------------------------
come si diventa cuckold
bravi e unesperienza stupenda e goduriosa vedere l
-----------------------------------------------------
Regalo di compleanno speciale
e fantastico.....fare sesso con la moglie e lamich
-----------------------------------------------------
Io e la mamma di Luca
ottimo
-----------------------------------------------------
Maestro sesso video francese College Girl
bello
-----------------------------------------------------
Hellen ed i miei sogni
bel racconto le bionde sono sempre le migliori e m
-----------------------------------------------------

Etichette

yiuoporno voglia di sperma milf seghe lente Lesbiche tettone porn porno italia anni scopano le mamme tette piccole cadenti immagini porno con dialoghi italiano granny amale gratis porno giovani con 40enni porn amatoriali per favore sborrami in bocca video porno 18 ita sesso con vecchi gay video filmato porno tras gratis video porno scopata in bocca Pornopranzo foto e video di donne nude piu porno mai viste scpopate con mature tacchi disney cartoni porno video ard gratis viene con donne bionde con tette grandi porno amoricano film hard milly d\'abbraccio porno video con cavalli film porno cazzi esagerati sorelle italiane in calore video gratis due donne che amoreggiano gli mette il cazzo in bocca e la fa vomitare su vero porno pompini di vecchie a giovani piace scopare molto a mia sorella film porno italiano anni 70/80 gratis video porno gratuiti di ragazze orgasmiche prendiporno porno.xxx.50 pirno vecchla free you porn eiaculazioni femminile video italiani orgia di cazzi biode tettoni 60enni porno indu nel Bosco porno itali cute porn adulterio mamma tutto fare porno gratis you porno video due troie con culo grosso porno con megha cazzi porno strip club ita la miglior porno star gratis cognate porno in italiano sito per vedere film porno gratuiti uomini ciccioni italiani porno video porno mamme toie bel gay sborra alexia mori video porno becca il figlio masturbarsi sulle sue mutandine e poi se lo scopa porno mobile cuklan yuo porn mamme divertenti donne nude video la spezia amatoriale dowload italiano porni donne mature pompinii mamme troie con figlio video porn lombardo sesso gratis amatiriale mature padre si fa ciucciare il cazzo dalla figlia vogloporno italiana sega video amatoriale lesbicche milf sesso mai visto porno gratis porno amatoriale tra giovani gratis videopornoselvaggiogratis Racconti Matrigna Crociera figlio si masturbaree la mamma asian babes inculate video porno bocchini a babbo natale video porno di saint ultra porn drei.in inculate in colleggio michelle wild film hot gratis mature trans youporno mamme che si masturbano con le figlie sesso italiano anale teen porno vecchie italiane sborrate in bocca nonnaporno tube fikm porno gratis anal donne over 30 iouporno sborrata sulla lingua amatoriale gratuiti porno lesbo orgasmi video di orgie da vedere gratis fisting lesbo porno prostate massage immaggini clito porno belle donneincalore video mamme pornoanal nonno che scopa video fratis adescenti amatoriali sesso gratis trio marito moglie amante gratis video scopata italiana con straniero Teen japonesi porno video free video gratis d sesso con la mamma video gratis massagi xdonne film Jessica Rizzo porno gratis napoletana pornostar italia amatoriale porno compilation

Strumenti

Gratis Porno Filmati - Storie Di Sesso

Nessun contenuto in conformitą con questa etichetta..
Pietro Aretino_Sonetti lussuriosi_libro I_ 1-5
Libro Primo I Fottiamci, anima mia, fottiamci presto perché tutti per fotter nati siamo; e se tu il cazzo adori, io la potta amo, e saria il mondo un cazzo senza questo. E se post mortem fotter fosse onesto, direi: Tanto fottiam, che ci moiamo; e di lą fotterem Eva e Adamo, che trovarno il morir sģ disonesto. - Veramente egli č ver, che se i furfanti non mangiavan quel frutto traditore, io so che si sfoiavano gli amanti. Ma lasciam'ir le ciance, e sino al core ficcami il cazzo, e fą che mi si schianti l'anima, ch'in sul cazzo or nasce or muore; e se possibil fore, no
Il trasferimento
Durante una conversazione a casa fu accennata un'ipotesi di trasferimento al nord. Io non volevo che accadesse perchč qui avevo i miei amici, la mia zia preferita (protagonista di tante mie seghe) e tante altre cose. Se ne parlņ per diverso tempo ed ecco che giunse la notizia definitiva: CI TRASFERIAMO. Cosģ prima di partire andammo a salutare tutti i parenti, quando andammo da mia nonna con la quale convive la mia zia ne approfittai per spararmi una sega e sborrare su una foto di mia zia che ha esposta (chissą se si sia accorta) e di prendermi un suo reggiseno come ricordo. Arriva il giorno
L'incontro
Con quel cazzo nel culo giacevo bocconi sul letto mordicchiando il lenzuolo, eppure non era passata neanche mezzora dal momento che avevo conosciuto quell'uomo in un Bar della stazione...non so perche' ero capitato li', sapevo che era frequentato da tutta la fauna particolare che gira intorno alle stazioni di tutte le metropoli del mondo: extracomunitari, delinquenti, prostitute di ambo i sessi e poveracci vari...Quel tipo alto con la barba incolta mi aveva sorriso e rivolto la parola, aveva subito individuato in me il passivo che avrebbe messo sotto...e senza troppi giri di parole mi aveva in
Divina
"Non sono un angelo, non pretendo di esserlo. Ma non sono nemmeno il diavolo. Sono una donna e una seria artista, e gradirei essere giudicata per quello." Maria Callas 1 - Signora, le medicine, ancora... ma insomma? - sapevo che Maria se la prendeva davvero e la cosa, come sempre, mi faceva sorridere. - Maria cara, non mi sgridare... non mi servono pił! - il sorriso lento si spense. Non solo per la tristezza, che ormai faceva parte della mia vita di tutti i giorni, come un ombra che non schiarisce, ma per il dolore fisico che adesso mi costava ogni piccolo gesto. La povera d
TUTTO DENTRO DI ME
1 Non č facile per me ricordare questa storia. Ogni volta che la mente ci passa, mi pare di rasentare un burrone oscuro e misterioso; un pericoloso punto senza ritorno da evitare accuratamente; un posto della mente che ancora mi terrorizza e m'inquieta. Non ho mai avuto paura di lui, anzi, credo di aver provato solo pietą, soprattutto oggi se ripenso al passato e alla sua mente ingarbugliata. La paura che provo veramente (adesso come allora) č legata solo a me stessa. Di quei giorni lontani ricordo che ogni volta che tornavo a casa, disfatta, dolorante, infelice, provavo solo una gran pa
Saga familiare 7
Quello che non avrei mai potuto prevedere, era di trovarmi a disagio, talvolta, quando sfaccendavo per casa nella mia solita tenuta - una vestaglia alquanto corta chiusa in vita da una cintura legata - e sentivo addosso gli sguardi libidinosi di mio suocero e di mio figlio, ai quali ormai apparivo in una luce che mai avrei immaginato. Peggio ancora, quando c'erano tutti e due e, anche in presenza di mio marito, davano il via a discorsi per lo meno inopportuni che si caricavano di significati, naturalmente accessibili solo a me e a chi parlava, visto che gli altri non sapevano nulla dei rappor
vigilanza hard dura del sesso del porno
Le ragazze lesbiche stanno facendo porno duro. Hard sex porn ĆØ un video che puoi letteralmente vedere nel campo visivo. Il buco del culo della tua ragazza ti fottere la lingua e la tua ragazza si diverte e avrai un bel sesso con il piercing alla lingua e il buco del culo che si allenta e si lascia andare.
Ho rubato il ragazzo a mia sorella (Parte 9)
Ero alla lezione di italiano il giorno seguente quando venni chiamato nell'ufficio del preside. Quando io arrivai mio padre, i genitori di Giacomo e Giacomo gią lą. Il preside, il signornor Sarti, era seduto dietro la sua scrivania. "Bene ora che ci siete tutti, posso sapere l'oggetto di questa riunione?" "E' per mia figlia." disse mio padre. "Alice? Devo farla chiamare?" "No" disse mio padre. "Dobbiamo parlare di lei, ma anche di come sta rendendo la vita dura a mio figlio ed a Giacomo." "Non la seguo, signornor Vardi." Disse il signornor Sarti. "Per essere schietti." Disse il padre di
L'amore che va oltre....
Certe volte mi chiedo quanti siamo, quanti oltre a me vivono questa situazione. Agli occhi del mondo č la cosa pił assurda che possa es****re, impossibile forse, ma per me che la vivo e che ne conosco le dinamiche non č poi cosģ improbabile, mi capita quindi di immaginare che in casa di altra gente possa succedere lo stesso. Mio padre č morto che avevo sei anni. Mio padre era un uomo buono dall'animo nobile, non ho mai saputo nulla di lui se non quello che mia madre ha deciso di raccontarmi, ma da quello che č accaduto dopo la sua morte, dalla sua scelta di non voler nessun accanto a lei, po
LA FAMIGLIA CHE NON TI ASPETTI
Ciao sono marco, sposato con prole, quello che sto per raccontarvi č successo circa un otto anni fą. Vivo con mia moglie č sua madre, in un paesino della sicilia centrale , abbitiamo un casolare , al piano di sotto ci vive mia suocera Anna 58 anni portati benino ,vedova da 5 anni, e sopra io. Tutto normale, le giornate, trascorrevano tranquille. Fino a quando la sorella di mia suocera la zia Fina, pił grande di lei di un paio di anni, ebbe un piccolo incidente e si ingesso una gamba, la zia Fina č un po sov****so, non riusciva a muoversi bene con le stampelle , ed aveva una sedia a rotelle
1988 UNIVERSTA FEDERICO 2°
ANNO 1988 UNIVERSITA FEDERICO 2 DI NAPOLI MI CHIAMO G.C. E ADESSO HO 47 ANNI SONO LAUREATA IN ECONOMIA E SONO UNA PROFESSORESSA IN CARRIERA . LA STORIA CHE VADO A RACCONTARVI SI SVOLGE NEL 1988 -IO STUDENTESSA UNIVERSITARIA , VADO IN CITTA DALLA PROVINCIA DI "NA " NEL CUORE DELLA CITTA UN PO SPAESATA ED ANCORA VERGINE , QUI INCONTRO UN SIMPATICO RAGAZZO SI CHIAMA N.M. CHE SI SA VENDERE E MI SA CORTEGGIARE PER FARLA BREVE GLI E LA DO IN POCO TEMPO DIVENTO LA SUA RAGAZZA MI ROMPE LA F...A ED INOLTRE MI INSEGNA L ARTE DEL SESSO , DA LUI HO IMPARATO COME SI FA A FAR G
Asia e il cazzo di un rumeno
Le tre. Non che fosse tardi, anzi, a volte era rimasta in un locale ancora pił a lungo, ma quella sera in effetti non aveva voglia di perdere altro tempo a guardare le solite facce che con il passare dei minuti si facevano sempre pił insistenti nel cercare sul viso di chiunque un segnale che facesse capire loro che ci stavi. E poi c'era quel cavolo di vicolo da attraversare che non mi andava proprio gił di percorrere da sola. Alla faccia della privacy! Doveva ancora capire perchč certi locali finivano il pił delle volte per essere ubicati in posti cosģ fuori mano. Ormai ero stufa di stare an
La principessa Maria Cristina
Il frustino di raso nero. E' stata la prima cosa che ho visto in macchina e ho sorriso. Che tu fossi matta io l'ho sempre saputo, ma continui a stupirmi ogni volta. "Amore... questa notte mi sono superata... e se tu fossi un uomo sano di mente non mi porteresti in giro stanotte...". "Ma tu lo sai che io di sano ho molto poco tesoro!", ti rispondo, guardando quel tuo sorriso complice e malizioso che mi fa impazzire. "Dimmi che sei curioso di sapere com'č il mio abito di carnevale. Lo sai, sono una bambina, mi piace stuzzicarti!". Sorrido e acconsento. Del resto so che stai morendo dalla voglia
Un Blasfemo
Mi siedo sul divano ed accendo la televisione, sintonizzo Rai uno, di li a poco Benedetto Sedicesimo inizierą a celebrare la Santa Messa della Domenica dalla Basilica di San Pietro. Le telecamere inquadrano la folla, un orda di gente radunata e raccolta in quell'enorme serratura che Bernini ha voluto progettare cosģ, come se quello fosse il centro del mondo, l'ingresso per la chiave della vita. Italiani, giapponesi, tedeschi, americani, ogni nazionalitą distinguibile da cappellini e magliette colorate alla stessa identica maniera, come ad indossare una divisa, come se il giallo dei fedeli po
La Troia! (spiando la camera di Mamma)
Mia madre č una bella donna, alta 1.65, una quinta di seno con tette a pera, un bel culone, capelli castani, e una fica gonfia e pelosa,E' passato molto tempo da quel momento... .. i miei erano gią divorziati da diverso tempo... ...una sera tornai a casa ed ho visto due uomini che si facevano mia madre.Erano molto volgari pelosi e dotati. Entrambi avevano i baffi.Appena entrai in casa, capii subito quel che stava accadendo dai rumori che provenivano dalla sua camera da letto. Mi affacciai dal corridoio oscuro, nella camera da letto era accesa l'abbe-au-jour, quindi godevo dell'agevolazione del
L'hotel
Non avrei mai immaginato che, varcando quella porta, avrei vissuto una delle pił belle avventure della sua vita. Mi recai all'hotel solo per cercare lavoro, nulla di pił. Era una struttura di alto livello, nonostante tutto dell'ambiente parlasse pił dei vecchi fasti che di quelli presenti. I clienti erano per la maggiore anziani in cerca di pace e tranquillitą, almeno questo era quanto avevo dedotto osservando il salottino della hole. Mi diressi con passo spedito verso il banco della reception e lģ, una graziosa ragazza mi accolse con fare gentile. "Buona sera cercavo Marco il titolare, av
Quando la voglia prende
Eravamo arrivati al campeggio in attesa che da li a un giorno giungessero le nostre relative consorti. Marco come sempre quando poteva approfittava Dell' assenza della propria donna per cantare le Lodi di tutte le donne viste durante il viaggio. Quella ha le teste grandi, quella le caviglie finģ, quella cammina come una pantera. Andammo a fare ala doccia e rientrammo nel comodissimo bungalow. Eravamo in asciugamano vidi le scarpe di Carla e volli proporre se anche un uomo avesse una camminata elegante. Indossai le scarpe che sapevo portare avendo fatto da giovane teatro camminai avanti e indie
La mia vicina di casa
io abito a milano in un palazzo di 8 piani con 36 famiglie ,un classico condominio milanese non sapevo che le riunioni di condominio sono poi cosi sgradevoli ,infatti due sere fa alla riunione č sucessa una cosa strana la mia vicina di casa una donna con una quinta di regiseno alta all incirca un metro e settanta con due gambe spettacolari che sembrano di veluuto con un profumo molto gentile sembra un odore di lavanda , a vederla sola senza il suo compagno di turno mi sembrato strano ma la saluto quardandole il suo bellissimo decolletč le sue bellisime tette a forma di arancia sotto una maglie
Scoperta a dir poco sconvolgente
Ieri sera mi trovavo a cena dai miei nel attesa che fosse pronta chiedo a mia madre se posso usare il loro PC che una volta era mio cmq dovevo controllare la posta perché aspettavo una email riferente al mio lavoro quindi accendo il PC mi collego apro la posta e trovo la mia email , la leggo e per affrettare i tempi la copio sulla mia chiavetta ,dopo aver chiuso la mia posta mi rimane tempo e comincio a smanettare un po su internet entro sul mio profilo di xhamster dopo mi collego su Facebook chatto un po con una mia amica e ci siamo organizzati il dopo cena appuntamento alle 9e30 una bibita i
Il collega
Mia moglie mi guardava con aria terrorizzata... il mio collega stava li', di fianco a lei, col cazzo in erezione fuori dai pantaloni... era venuto per prendere alcune pratiche di cui aveva bisogno e che per errore mi ero portato a casa io. Lo facemmo accomodare in cucina e io dissi a mia moglie di preparare il caffe', mentre prendevo i documenti. Uscii dalla cucina e cominciai a rovistare nella mia borsa del computer portatile che tenevo in corridoio, alla ricerca dei fogli. Sentivo lui che le faceva dei complimenti, cosi' senza farmi notare seguii la scena con lo sguardo... lei era di spal
Mappa Racconti Sesso
RSS Racconti Erotici Racconti Pornos Racconti Cazzo - Racconti Sesso