Commenti recenti

Addestramento di una moglie su richiesta del marit
hello my family member i want to say that this art
-----------------------------------------------------
Addestramento di una moglie su richiesta del marit
wow this could be one particular of the most usefu
-----------------------------------------------------
Schiave del mio cazzo
voglioscopare
-----------------------------------------------------
Prime Esperienze Con Il Cugino
anche io ho un cugino di pari età e quando avevam
-----------------------------------------------------
L'uomo tedesco combatte insieme madre e madre
a me è successo quando avevo 20 anni mentre stavo
-----------------------------------------------------
come si diventa cuckold
bravi e unesperienza stupenda e goduriosa vedere l
-----------------------------------------------------
Regalo di compleanno speciale
e fantastico.....fare sesso con la moglie e lamich
-----------------------------------------------------
Io e la mamma di Luca
ottimo
-----------------------------------------------------
Maestro sesso video francese College Girl
bello
-----------------------------------------------------
Hellen ed i miei sogni
bel racconto le bionde sono sempre le migliori e m
-----------------------------------------------------

Etichette

scopo con mia suocera con i capelli neri italiano ragazze caldecazzo di sconosciuto video donne bel culo video porno molto hot video porno gratis di zoccole mature free figa pelosa matura italiana ingoia sperma pizza porno.it <input ricerca amatoriali incesti gratis italiani donne mature pelose porno abolescente prenbe bue cazzi casalinghe italiane mature maiale video tette grosse porno trans foto por porno vechie Marito guardone video donna con cavallo porn film matura porno PORNO AMORE ITALIANO porno 51anni youporn insegnante di lingue porno di mia nonna lecca il buco del culo video sesso signora in bagno donne che ingogliano litri di sperma Mega Sesso L Allegra Fattoria palpata autobus porno videi di super cazzi grandi gay negri pelosi Vedere gratis film porno tiffany towers e le sue amiche xvideo vidio porno gratis studenti eiacula femminile pprno gatis gif porno il piu bel pompino video porno gratis cinese lesbiche porno giapponesi teen ager Pompini Vecchi Gay porno prostitute sborrate per strada video porno mogli amatoriali gratis italiane donne palestrate porno tutti video porno di john holmes done porno cellulare gratis scopata con il marito e figlio video gratis nonne zoccole youporn film gratis video luana borgia motocicliste porno pornocasalinghe arani porno donne con cazzo e figa sesso video porno totale fiilm porno italianii film porno mamma e figlio in italiano video possizione sessanta nove giaponesa.in.mutandine.pornno.crats milf foto amatoriali mia mamma in mutandine si masturba video free googlefoto fige di donne prendi porno donnre immagini di belle fighe sesso con mamme con tette enormi mamma figlio scopano pompini con zborate italiana scopatada neri Cazzo sesso vigino mamma e figlia video porno gratis eiaculazione femminile in orgie lesbiche culo e fica cinese il cullo brasilliano Racconti Di Mamme S****** Dalle Amiche Con Lo Strap-on video porno italia suocera porno ledbiche mature Orgia Di Mia Moglie Con I Parenti Storie Porno pornogiovanissimi porno mega seso porno mature mamm videoporno gratis con dialoghi in italiano machine del sesso porno cani leccano fighe porno gratis pompini gratis italiane hart porno video porno porno baby squill porno scopate italiane con parolacce pompini su yuo porn video amatoriali casalinghe mature porno vidio siecsi Piedi Mature prendiporno porno uomo con la fica lesbiche mature con giovani film sodomia video porno brigitta bulgari video lesbo bianco e nero tutta la mano porno gratis ultimi video porno di mogli italiane che il marito la guarda classic pormo italiano porno a mia moglie piace il trio porno suola quida hentai dragon boll pirno sesso in cam video porno gaycon coppia vecchi uomini videos orgia fighe matura in hd you porn serena grande

Strumenti

Gratis Porno Filmati - Storie Di Sesso

VIVA I MEZZI PUBBLICI

Come ogni pomeriggio anche quel giorno di primavera rientravo da scuola sul solito autobus popolato dalle solite persone che quotidianamente lo affollavano.C'erano le solite ragazzine che tornavano a casa come me, c'erano le casalinghe un p in ritardo con la spesa e impiegati in pausa pranzo.Ma quel giorno una ragazza attir la mia attenzione, sporadicamente la avevo gi incrociata,era veramente bella dai lineamenti regolari non tanto alta ma estremamente proporzionata,tutte le forme giuste al posto giusto due belle natiche perfettamente sferiche,piccole come piacciono a me contrapposte a due seni generosi ma non fuori misura,di quelle tipe che ti fanno voltare per guardarle meglio.L'avevo sempre ritenuta fuori dalla mia portata non perch io sia brutto o privo di charme ma perch pur non riuscendo a darle un'et ben definita si capiva che aveva circa 5 o 6 anni pi di quanti ne avessi io che all'epoca non ne avevo pi di quindici ed ero alle prime armi con le pratiche a due. Stava verso il centro della vettura,con il culo appoggiato contro il palo per sorreggersi che,indossando un paio di fuseaux,le separava le chiappe risaltandone la sfericit e la tonicit. Con una mano si teneva alla maniglia in alto attaccata al palo orizzontale, mentre l'altra era abbandonata lungo il fianco.lentamente mi avvicinai dal fondo facendomi largo tra la gente, come se dovessi scendere a breve,in realt ero attirato verso quella ragazza come un bambino verso lo zucchero filato. Anche lei mi not e inizi a guardarmi prima di sfuggita, poi vedendo che non le toglievo gli occhi di dosso,sempre pi insistentemente finch non le arrivai vicino. Non tanto da toccarla ma solo vicino. tra me e me pensavo:voltati,nn fissarla cos,penser che sei un maniaco sfigato. Allora distolsi lo sguardo facendo finta di guardare fuori. Alle sue spalle c'era la solita biondina che se la tira (Rita se nn ricordo male) con la quale ero uscito un paio di volte ma non ero mai andato oltre ad un bacio e qualche palpatina.Rita mi saluta io contraccambio stancamente.La ragazza sconosciuta mi si avvicina ancora di pi staccandosi dal palo urtandomi come se fosse in balia di uno scossone improvviso dell'autobus,solo che l rimase spalla contro spalla.Decido che il momento di fare qualcosa, mal che vada mi mander a fare in culo.Intraprendo una strada soft e avvicino la mia mano alla sua attaccata alla maniglia come se ci fosse solo quella.Lei nn fa una piega,si gira mi guarda,poi rifissa il vuoto oltre il finestrino.Allora ruoto leggermente tutto il corpo verso di lei.Gi avevo un'erezione importante, in pi indossavo una tuta da ginnastica che nn nascondeva molto neanche alla vista quindi il mio approccio soft era andato a farsi fottere.Con i sobbalzi della vettura il mio membro strusciava contro il suo fianco mentre le nostre mani si accarezzavano delicatamente.Avevo il cuore che letteralmente sembrava esplodere per l'agitazione con quella sensazione di adrenalina che mi lasciano certe situazioni.A quel punto lei si volt verso la parte anteriore dell'autobus lasciando che le sue natiche andassero ad costringere il cazzo contro il mio ventre.Certo l'autobus era affollato ma spazio c'era per stare un p pi distataccati,invece lei aveva deciso di farmi uscire di senno per l'eccitazione.Intanto mentre si strusciava notavo che la sconosciuta non guardava il vuoto ma fissava Rita che se ne stava l davanti ed in un primo tempo forse non aveva capito cosa stesse accadendo . Fatto sta che Rita ad un certo punto si accorse dei nostri strusciamenti perch all'improvviso avvamp arrossendo come un peperone. A quel punto la ragazza controllando che Rita la stesse osservando allung una mano dietro al suo culo e mi afferr l'asta attraverso il sottile strato di tessuto sintetico che la ricopriva,scostandosi leggermente in modo che Rita fosse prorpio nella posizione previlegiata per guardare bene quel gonfiore che riempiva la mano della sconosciuta.Rita si fece ancora pi rossa,se era possibile,e spalanc la bocca per lo stupore. Io ero eccitato come mai prima a sentire quella mano che stringeva la mia virilit con forza e nel percepire lo sguardo di Rita.Nessun altro tranne noi tre si era accorto di ci che succedeva,tutti distratti dai pensieri quotidiani, fortunatamente oserei dire. La sconosciuta si rimise al suo posto cio con le chiappe contro il mio cazzo mentre facevo fatica a mantenere il controllo e a non penetrarla l davanti a tutti. I suoi lunghi capelli castani profumavano ed io sovrastandola in altezza potevo scorgere le forme dei suoi seni generosi. Avvicinai la bocca al suo collo senza toccarlo ma per farle sentire il calore del mio respiro diventato affannoso, le cinsi la vita per stringere ancor di pi la mia virilit al suo corpo e farle sentire quanto mi piacesse, intanto osservavo Rita che sembrava facesse finta di nulla ma in realt sbirciava quando pensava di non essere vista.D'altronde avrebbe potuto essere lei al posto della sconosciuta se si fosse lasciata un p pi andare durante le nostre uscite.Forse proprio a questo pensava, a quel sesso che aveva intravisto e che avrebbe potuto maneggiare e che aveva perso.
Intanto la mia fermata era gi passata da un pezzo ma nn avevo la minima intenzione di lasciare quel comodo rifugio per il mio glande,fu lei ad un certo punto a voltare la testa verso di me e a domandarmi ,come se niente fosse, se la prossima fosse la mia fermata perch lei l doveva scendere ed io pensai che con la mia asta imbarazzatamente svettante le ero d'intralcio per il passaggio.
La sua voce era roca,come se avesse cantato tutto il giorno allo stadio, e mi pareva la voce pi sexy che avessi mai udito e la mia eccitazione aument ancora,come se ce ne fosse bisogno.
Le risposi che se doveva scendere io avrei fatto altrettanto perch dove andava lei sarei andato anch'io. Mi sentivo un cagnolino al guinzaglio.L'autobus si ferm e scendemmo.Le dissi :"mi chiamo Daniele." "piacere io Daniela." rispose aggiungendo: "forse abbiamo un p esagerato"e sorrideva mentre camminavamo uno a fianco all'altra," ma io certe tipe che ti guardano come se fossero tutte loro non le sopporto. E poi tu sei proprio un bel ragazzo."" Va beh anche tu non scherzi mica quanto a bellezza" risposi io imbarazzatissimo.
Continuammo cos parlando del pi e del meno finch lei mi spieg di essere fidanzata in procinto di sposarsi (altro che 5 o 6 anni ne aveva 10 di pi) perch a casa non poteva pi stare. Quasi non la ascoltavo perche il cazzo sempre duro ormai da tempo iniziava a farmi male e sentivo la coscia bagnata da tutto il precum che era uscito fino a quel momento,allora lei come se leggesse nei miei pensieri mi disse:"tranquillo non ho intenzione di farti andare a casa in questo stato" indicando con la mano il grosso gonfiore che ancora avevo nei pantaloni"volevo solo che ti fosse chiaro che vista la mia situazione e la differenza di et quello che succeder ora non si ripeter,quindi vedi di non perdere la testa o di rompere le balle ci facciamo solo un bella trombata sempre se ti va!" Ma certo che mi andava...Mica mi volevo sposare io. Le risposi che era tutto chiaro e da me non avrebbe avuto problemi.Arrivammo cos nel suo portone mi disse che potevamo salire perch l abitava con suo padre che al momento era al lavoro;non avrei voluto sentire altro. Appena entrati iniziai a baciarla toccandole il seno mentre lei si stringeva a me. Iniziammo a spogliarci direttamente nell'ingresso gettando i vestiti a terra, mi sfil la maglia accarezandomi il petto dopodich si mise in ginocchio abbassandomi prima la tuta e poi le mutande.Il mio cazzo a questo punto balz fuori finalmente libero da quelle costrizioni mentre lei sussur:"avevo sentito bene... proprio bello grosso e duro come il marmo.".
dopodich spalanc la bocca sulla cappella che le riemp la bocca e inizi a spompinare. Godevo come un matto mentre le stantuffavo la bocca che malgrado i suoi sforzi non riusciva a contenere tutta la mia verga. Si ferm e guardandomi mi disse:"non che godi e poi mi fai fare da sola eh?" Io sorrisi,ero un teenager ok, ma un paio di donne le avevo avute e mi masturbavo da ben prima della pubert e avevo raggiunto un controllo sull'eiaculazione pressoch totale. La sollevai di peso e la portai nella sua camera,la adagiai sul letto appogiata sulla schiena,sfilaii i fuseaux,maglioncino e il perizoma scorgendo finalmente la sua vagina completamente depilata.Ci appogiai una mano sopra delicatamente,era fradicia del suo succo ma il mio dito stentava quasi ad entrare tanto era stretta.Iniziai a leccarla prima intorno alle labbra della vagina poi sotto e sopra il clitoride facendola mugolare di piacere mentre la sua schiena si inarcava ad ogni linguata.Era sempre pi bagnata come mai mi era capitato di sentire una fica ma nonostante questo rimaneva sempre stretta intorno al mio dito. Mi sollevai dal quel pasto prelibato perch a quel punto la volevo penetrare fino a sentirla godere,avvicinai la punta del mio cazzo alla sua fica mentre lei si raccomand:"fai piano per che se n con quell'arnese me la spacchi.Quello del mio fidanzato sar met del tuo ed in genere a questo punto ha gi sborrato" "Tranquilla " le risposi iniziando a penetrarla lentissimamente,pochi millimetri alla volta e ad ogni piccolo movimento corrispondeva un suo gemito.Sempre pi dentro sempre pi a fondo finch la cappella le tocco il fondo della sua fica. Continuai a spingere mentre vedevo che i suoi occhi si giravano all'indietro mostrandomi la parte bianca dopodich lo tirai fuori e iniziai a stantuffarla prima lentamente poi sempre pi forte con la sua fica stretta intorno al mio cazzo.
Gemeva e mugulava la zozza mentre la impalavo per bene.Dopo alcuni minuti mi fece cenno di sdraiarmi sulla schiena e inizi a cavalcarmi.Sentivo tutto il suo succo della sua fica colarmi gi in mezzo alle cosce,avevo le sue tette che mi danzavano davanti al viso e non perdevo occasione di succhiare e mordicchiare alternativamente quei due grossi capezzoli. Mentre andava su e gi sull'asta mi sembrava veramente che stesse facendo un pompino tanto era stretta.Ad un certo punto il suo ritmo aument e il respiro si fece affannoso tra un gemito e l'altro finch nn esplose in un orgasmo violento che la fece tremare. Continuai a muovermi io sotto di lei mentre abbandonata sopra al mio petto,si godeva il post orgasmo.La voltai a pecora e la penetrai di nuovo dapprima in ginocchio e poi con lei sdraita sulla pancia ed io sopra.Il mio cazzo sprofondava tra quelle chiappette piccole e sode come il marmo sembrando ancora pi gigantesco per poi riemergere e riabbatersi dentro. Lei gridava a questo punto, tra eccitazione e dolore,perch avevo perso ormai il controllo e la penetravo con estrema violenza piantandole tutto il cazzo dentro.Allora rallentai e ripresi con pi delicatezza passandole una mano sotto il seno e afferandole il collo coninuando a muovermi dentro di lei. Cos con il suo collo nella mia mano venne di nuovo ancora pi forte di prima,il suo corpo fremeva ,ed io mi spaventai un poco,perch mai avevo visto un simile orgasmo mentre la sua vagina letteralmente spruzzava fuori umore femminile in quella che era una vera e propria eiaculazione e che al tempo nemmeno sapevo esistesse."Non sei un ragazzo" mi rispose" sei una macchina per il sesso" ed io ripresi a pomparla inorgoglito per quanto avevo sentito.La scopai per bene a lungo in tutte le posizioni che conoscevo facendola godere un'altra volta ancora finch non decisi che era ora anche per me di sfogarmi in un orgasmo liberatorio.
Mi sdraiai sulla schiena e lei inizi serrandomi il cazzo con le due mani e prodigandosi in una magnifica sega mentre con la bocca mi succhiava la cappella. Stacc una mano quindi e inizi ad accarezzarmi anche le palle.Il mio cazzo a quel punto era duro come l'acciaio, stacc anche la bocca dalla verga e si bagn il dito che mi infil nel culo provocandomi un brivido finora a me sconosciuto.Di nuovo succhiava avidamente il cazzo che teneva con una mano mentre con il dito dell'altra andava a stimolarmi la prostata capivo che di l a poco sarei letteralmente esploso.Io le avevo afferrato la testa con le mani e la davo il ritmo spingendola su e gi finch non le sborrai in bocca liberando un orgasmo che sentii crescere dentro da piccoli fremiti ad grosso terremoto. lei stacc la testa dal cazzo mentre ancora fiotti di sperma fuoriuscivano inondandole il viso,si spalm lo sperma sulla faccia utilizzando il mio cazzo come spatola... Ci guardammo esausti,lei fiss l'orologio sul comodino, cazzo erano le sei."Sbrigati tra mezz'ora arriva mio padre dal lavoro e se ti trova qui ci ammazza"disse lei. Io quasi non ci credevo l'avevo scopata per pi di tre ore facendola godere come una pazza,io un pivellino da niente avevo sbattuto una venticinquenne fino a farla godere ripetutamente. Raccolsi la mia roba mi rivestii in fretta e corsi via con le palle ancora doloranti per l'infinita erezione ma felice di essermi dimostrato pi uomo di quello che credessi. Inutile dirvi che quella non fu l'ultima volta che me la spassai con Daniela e innumerevoli volte la feci godere finch da sposata non si trsfer in un altra citt....
  • Viste: 486
  • Aggiunto il : 2016-01-16 05:54:25

Recensioni

Bu Hikayeye Henz Yorum Yazlmam
Neden ilk yorumu siz yapmyorsunuz ?


Mappa Racconti Sesso
RSS Racconti Erotici Racconti Pornos Racconti Cazzo - Racconti Sesso