Commenti recenti

Porno donna siriana
fabio42 sexy ragazzo notte foga voglio sesso grupp
-----------------------------------------------------
Addestramento di una moglie su richiesta del marit
hello my family member i want to say that this art
-----------------------------------------------------
Addestramento di una moglie su richiesta del marit
wow this could be one particular of the most usefu
-----------------------------------------------------
Schiave del mio cazzo
voglioscopare
-----------------------------------------------------
Prime Esperienze Con Il Cugino
anche io ho un cugino di pari età e quando avevam
-----------------------------------------------------
L'uomo tedesco combatte insieme madre e madre
a me è successo quando avevo 20 anni mentre stavo
-----------------------------------------------------
come si diventa cuckold
bravi e unesperienza stupenda e goduriosa vedere l
-----------------------------------------------------
Regalo di compleanno speciale
e fantastico.....fare sesso con la moglie e lamich
-----------------------------------------------------
Io e la mamma di Luca
ottimo
-----------------------------------------------------
Maestro sesso video francese College Girl
bello
-----------------------------------------------------

Etichette

video pornomatura Tette nude siti gratis porno marde con calze megasesso gratis marito e mogli e il tranx video amatoriali dolorosi nonne che igoiono hd buco culu porn mia sorellina mi vuole vedere il cazzo per vedere lo sperma film porno gratis madre figlio porno gratis la vecchia fattoria video porno giovani ragazzi donne matute forum mia moglie troia mamma becca il figlio a farsi le seghe e se lo scopa porno gratis massaggi tra giapponesi lesbiche porno gratis e donne che pisciano scarica filme porno gratis youporno milf che sborra gratis mia sorella di 18 anni mi fa un pompino inculare italiane Pornovideo tenns video hard sesso anale estremo lisa ann gratis filmati trans neri con donne mamma nero cade in piscina porno vecchia figa grassa mia moglie con l'amante video video due donne grassose e mature si masturbano voglioporno deddysuper gay madre succhia un cazzo porno la mia mamma mi mette dito nel culo video porrno di corrnuti gratis video prno con transneri viseoporno video gay grossi cazzi neri per culi bianchi video porno lesbice masochiste gratis per cell Film porno ani 60 video di donne mature che fanno sesso con giovaniragazzi hart porno video porno penetrazioni hardcore porno pompino in ospedale ultimo film di brianna love zia tettona porno lecare in figa sborata xxx.piccole fichette negra porno italia puttana amatoriale in doccia video porno sborrate da cavallo in faccia sesso porno nonna pompini in auto di donne mature suocera troia video porno porno pizxs massaggio orgasmo video porno in cucina video porno ilary blasy:) bionda scopa cazzone trans compilation gratis porno filmati gratis donne che eiaculano mogli insodisfatte porno porno lesbo nera si scopa una ragazza bianca scpate a pornostar video gratis italiane foto porno pilota gratis casting-anali pompini con nonne anzu video gratis di ragazze di 18 anni che bevono sborra. matura e giovani porno video porno donne mature scopate lesbiche urla hd porno sss foto porno lebiche orgasmi sito dove scaricare gratis sesso Ita porn 18 megasesso gratis di belle fiche nude video amatoriali porno gratis per cellulare sesso puro italiano foto nere pelose nude Film porno gratis Una vechia lo prende in culo da un nero greyporno teen massaggio italia xxxx gratis Amatoriali italiani video segreto una contro tanti cazzi neri anal nero gratis prendi porno gradis nxnn donne mature robuste casalinghe pelose e troie youporn russe blonde videopoerno film hard d amore dito nel culo amatoriale italiano giapponese/al/cinema/porno porno tette naturale gratis Porno gratis black trans scopa video porno italia i migliori video amatoriali sexy lesbo italia video ragazze belle fighe 20enni ww donne si fa scopare da un cavallo lesbica/gtstis shkarko porno mamma Victoria sister scopa

Strumenti

Gratis Porno Filmati - Storie Di Sesso

Più che una SPA... era un privè!

Quella sera F. era emozionata...... Suo marito le avevo promesso che l'avrebbe portata ad un club privè.. Lei non c'era mai stata, aveva sempre desiderato andarci...non sapeva cosa l'aspettava di preciso, ma dai racconti del marito e delle amiche, sapeva che avrebbe avuto tutto il sesso che poteva desiderare.
Sembrava strano andare col marito, ma tutti e due non nascondevano di essere estremamente libidinosi, di amare il sesso con altri uomini e altre donne, anche sesso di gruppo, purchè fossero insieme. Insieme era un gioco erotico, da soli era il più volgare dei tradimenti...lei si eccitava a vedere quanto lui fosse maiale e gli dava del porco ad alta voce, lui di rimando affettuosamente le dava della troia, della succhia cazzi, ma intanto l'accarezzava. Si amavano....in un modo che tanti non potevano capire.
Si mise in tiro, abito da sera scollatissimo e provocante, orecchini pendenti, sandali sexy con tacco altissimo e si avviarono..... Il locale era immerso nella profonda campagna, lontano da occhi indiscreti...sembrava un innocuo ristorantino...niente di speciale di fuori....c'erano parecchie macchine...
Quando entrarono l'atmosfera cambiò, luci colorate, fontanelle, vasche zampillanti, statue dorate, quadri erotici alle pareti, morbidi divani. Una inserviente con una tunica corta all'uso delle ancelle romane ci fece strada, ancheggiava e la tunica lasciava scoperte le natiche nude e sul davanti l'ampia scollatura rivelava i seni liberi che mollemente ondulavano. F. pensò di essere ad una specie di festa in costume e iniziò ad essere delusa. La ragazza li accompagnò ad uno spogliatoio e consegnò loro accappatoio e ciabatte come ad un centro benessere. F. guardò il marito, che con un cenno le fece sapere che andava tutto bene. Furono informati che dovevano essere completamente nudi sotto l'accappatoio e lasciare tutto negli armadietti degli spogliatoi...... F. cominciò a lamentarsi...si era messa tutta elegante e ora erano tutti in accappatoio come nella spa.... Il marito disse "non ti preoccupare...ti faccio fare il giro turistico ora".
Attraversarono un lungo corridoio e arrivarono ad una porta a vetri tutta bagnata, da cui usciva vapore caldo...era il bagno turco...F. guardò il marito, ma lui si tolse l'accappatoio, lo appese ed entrò.....lei lo seguì...subito fu investita dai vapori caldi e lì per lì non riuscì a vedere nulla, poi si abituò alla penombra e vide che la stanza era affollata da 7 o 8 persone che stavano sedute.....Si accomodarono anche loro e cominciarono a sudare..... vide un certo movimento e riuscì piano a distinguere i corpi degli altri..erano uomini e donne nudi come loro......zuppi di sudore, ma che avevano tutti le mani sui corpi degli altri...li carezzavano...gli uomini toccavano i seni, le donne prendevano in mano i cazzi e li masturbavano piano...erano scivolosi per il sudore e quei corpi bagnati erano fonte di eccitazione visiva non indifferente.....una mano toccò la coscia di F.....non sapeva di chi fosse, ma piano scivolò verso la fica e cominciò a massaggiarla piano con le dita.......isintivamente lei aprì le gambe e le dita scivolarono lungo il solco.....non sapeva se era bagnata o se era il vapore che le faceva scivolare, ma chiuse gli occhi e si abbandonò.... Era solo un massaggio perché con qual vapore bollente e il corpo che gocciolava, non si aveva quasi voglia di muoversi, ma era molto rilassante. Con la coda dell'occhio vide che suo marito Franco aveva il cazzo durissimo e guardando meglio vide che una mano femminile lo scappellava piano piano muovendolo su e giù.....Sorrise al pensiero che il suo porcone era già entrato in azione.
Dopo 10-15 minuti di eccitazione uscirono, si rinfrancarono con una doccia tiepida e si avviarono alla sauna finlandese...un ambiente ampio dove ci si poteva distendere su tre piani e anche qui era affollato di coppie che si dedicavano al sesso. C'erano maschi e femmine sdraiati, donne che facevano una fellatio nel calore dei 90 gradi, mani anche qui sul sesso delle donne e lo percorrevano con le dita...il tutto in un silenzio irreale, nelle vampate di calore che le pietre roventi trasmettevano....un paio di maschi erano soli e ammiravano i pompini che venivano effettuati, erano visibilmente eccitati e continuavano a menarselo incuranti del sudore, vicino agli occhi delle donne che ogni tanto li guardavano, glielo prendevano in mano, lo accarezzavano e gli davano una succhiata veloce come per tenerli in tiro, e poi si ributtavano sul cazzo del loro uomo....
F. non ne poteva più, il caldo e l'eccitazione non le davano tregua......uscì insieme con Franco e fecero tappa alla grande vasca idromassaggio, che conteneva solo un paio di coppie. Si infilarono dentro e rimasero appoggiati con le braccia al bordo della vasca, alzando il bacino e muovendo le gambe per ricevere meglio la spinta dell'acqua che ribolliva. F. chiuse gli occhi e allungò ancora la braccia per tirarsi più su, quando incontrò un'altra mano.....aprì gli occhi e vide che accanto avevano una coppia un po' più giovane di loro e lei subito le sorrise. La mano che aveva toccato era la sua....la ritrasse un po', ma l'altra mano si sporse a carezzarla e lei restò lì e glielo permise..... Franco compresa la situazione si staccò dal bordo della vasca e si mise davanti ad F. tra le sue gambe....tirandosi un po' su, la sollevò di peso e la fece sedere sul bordo della vasca, la baciò sulla bocca, sul seno, scese e le allargò le gambe, cominciando a baciarle la fica e facendo saettare la lingue su e giù nel solco bagnato. F. si abbandonò subito al piacere e il compagno della donna fece la stessa cosa di Franco, così le due donne si tenevano per mano mentre entrambe venivano leccate. I due uomini si guardarono facendo un gesto di intesa...invertirono le parti e ognuno si ritrovò a leccare la donna dell'altro.
F. non voleva venire subito...voleva res****re...strinse la mano che la accarezzava, guardò la donna e le fece un cenno esplicito...leccami tu. Quella non se lo fece ripetere due volte, scese in acqua nella vasca, scostò il compagno, scostò Franco e cominciò a leccare avanti e indietro il clitoride e il solco che era stato prima amabilmente trattato dai due uomini. Lei si che sapeva leccare...non c'è niente da fare, una donna sapeva cosa piaceva ad un'altra donna ed F. si abbandonò pronta per avere un orgasmo. L'altra leccava, leccava, sembrava avesse mille lingue, non sapeva più quando era sul clitoride, sulle labbra, sul buco del culo...era instancabile.....sorrise al marito e vide che il compagno della donna lo stavo spompinando...lui era estasiato....valeva anche per i maschi allora che solo un maschio poteva sapere cosa piaceva ad un altro maschio. Franco la guardò, alzò gli occhi come a voler dire siamo pari......ma lei sentiva avvicinarsi l'orgasmo sempre di più....arrivava ad ondate sempre più ampie...non voleva urlare in quel posto silenzioso...si morse le labbra mentre godeva e sborrò in bocca all'altra felice di abbandonarsi così......
Quando veniva era solita rilasciare un getto di pipì che non riusciva mai a trattenere, ma questo volta fece di tutto e strinse i denti per non farlo. Non sapeva come sarebbe stata accolta questa cosa da una sconosciuta......si tenne...ma poi passata l'ondata, si alzò e disse 'scusate devo andare in bagno'.
Il bagno erà li vicino e lo raggiunse quasi di corsa....cercò la toilette delle signore, ma vide che ce ne era una sola. Entrò.....non c'erano pareti divisorie all'interno e accanto al muro c'erano alternati i water e gli orinatoi per gli uomini...curioso. In fondo c'era una coppia...lei chinata sull'orinatoio e lui che la prendeva da dietro, col cazzo che faceva dentro e fuori dalla sua fica dilatata...dietro un muretto ad angolo ce ne era un'altra...lei seduta per terra appoggiata al muro con le mani in alto e lui in piedi davanti a lei che la teneva per le mani e aveva il cazzo davanti alla sua bocca, si muoveva avanti e indietro mimando l'atto sessuale, ma praticamente la chiavava in bocca sbattendole la testa contro il muro....la saliva le colava copiosa dalla bocca, dal momento che ad ogni colpo il cazzo le entrava fino in gola e lei , appoggiata con la nuca al muro, non poteva indietreggiare.
F. si sedette su un water lontano dalle coppie...chiuse gli occhi e liberò la vescica che le stava scoppiando.....il rumore della pipì che cadeva nel water le fece emettere un sospiro di sollievo quando sentì un movimento. Aprì gli occhi e vide accanto un uomo nudo che stava tranquillamente pisciando accanto a lei nell'orinatoio......lei lo guardò, guardò il getto caldo che gli usciva dal cazzo, guardò mentre se lo scrollava quando ebbe finito, poi ad un tratto si girò verso di lei e all'improvviso senza dire niente glielo piantò nella bocca.....lei fece per protestare anche perché sentiva il sapore amarognolo dell'orina, ma lui la afferrò per la nuca che cominciò a fare andare avanti e indietro..... F. mugulò..non voleva, ma all'improvviso sentì in gola gli schizzi caldi della sborra...Aveva finito presto...la tenne ancora un po' muovendole la testa avanti e indietro fino a che non si fu svuotato del tutto, poi lo estrasse e senza nemmeno pulirsi si affrettò all'uscita.
F. rimase interdetta con la sborra che le colava fuori dalla bocca, cercò la carta igienica, ma non c'era.....ognuno si puliva con la bocca di qualcun altro lì, ma l'uomo non l'aveva leccata e lei aveva ancora le gocce di pipì, meno male che era depilata......così non era tutta impastata nei peli.
Si sciacquò la bocca e tornò dai tre che l'aspettavano nella zona relax, sui letti col materasso ad acqua..... anche qui c'era gran movimento...gli accappatoi non li aveva più nessuno ed era tutto un brulicare di corpi intrecciati....si vedevano gambe, busti, braccia, sederi, sessi maschili e femminili in quantità, persone di tutte le età soprattutto donne anche in là con gli anni, che afferravano più cazzi che potevano con la logica del carpe diem......domani non potrebbe volerti più nessuno. I cazzi sparivano nelle bocche, nei culi, nelle fiche, nelle mani, non necessariamente di persone di sesso diverso ed era tutto un turbinare di lingue che leccavano qualsiasi parte del corpo.
F. vide che Franco era occupato con la bocca della donna della coppia dell'idromassaggio e che il compagno la stava trombando. Si accomodò in mezzo al trio.....quando arrivò tutti smisero.....fece sdraiare la donna sulla schiena, si mise in ginocchio su di lei nella posizione del 69, le allargò le gambe e scese con la testa tra le sue cosce, le aprì le labbra depilate e cominciò a darle piccoli colpi sul clitoride con la lingua. Nel contempo abbassò il bacino fino a posare la fica sulla bocca di lei, che subito presa a leccarla e a succhiarla. Il compagno della donna che prima la stava chiavando, avvicinò nuovamente il cazzo alla fica e cominciò a strofinarlo su e giù, stando attento a non disturbare F. che la leccava nella parte superiore. F. sentì che l'eccitazione le cresceva e stava gocciolando i suoi umori in bocca alla ragazza, mescolandoli alla sua saliva... Vedeva quel cazzo che entrava fino in fondo, a due centimetri dal suo naso mentre risucchiava il clitoride con le labbra....poi lo vedeva uscire viscido e cremoso, ricoperto di un liquido vischioso biancastro. Sentiva l'odore degli umori di lei e l'odore del cazzo di lui..... L'eccitazione era alle stelle.....sbrodava anche lei e sapeva che quello stesso liquido viscido stava riempiendo la bocca, la lingua e la faccia delle donna che era sotto di lei, su cui continuava a strofinare la fica, quasi le finiva dentro anche il naso, ma lei continuava a leccarla imperterrita....il suo volto doveva essere schiumoso e pieno della sua saliva, ma lei leccava, leccava, riempiva con la saliva anche il buco del culo, su cui la lingua continuava a saettare e F. sentiva che si apriva sempre più, come una bocca affamata. Con le mani si allargò le natiche per aprire di più i suoi buchi che pulsavano e quella lingua li esplorava sempre più, mentre lei era abbagliata da quel cazzo che entrava e usciva vicino alla sua lingua che ancora cercava il clitoride.
Aprì la bocca e l'uomo subito estrasse il cazzo e gliela riempì....cominciò il gioco di metterle il cazzo in bocca, poi nella fica della compagna, poi di nuovo in bocca in un alternarsi che la faceva impazzire. Le mani erano sempre sulle natiche ad allargarle, quando sentì un dito violarle l'ano.....che era talmente pieno di saliva e lubrificato, che penetrò subito fino in fondo....Era Franco, che lo ruotò un po' poi lo estrasse e poi ricominciò la manovra con due di dita.....che prese a far ruotare dentro alternativamente in senso orario e antiorario.....la sensazione era celestiale, unita a quella lingua vorace che non smetteva di impastarle la fica e i suoi fori ormai erano due caverne da tanto che erano dilatati. Ad un tratto sentì qualcosa di più consistente......il porco di Franco si apprestava ad incularla.....approfittava della situazione perché lei non glielo dava tanto spesso...ma ora...
L'ano era talmente dilatato e pulsante che mezzo cazzo entrò tutto insieme con un colpo solo, lei voleva quasi urlare di piacere ma uscì solo una specie di grugnito da quella bocca piena di cazzo.....Franco cominciò a dare colpi per farlo entrare tutto e ci riuscì quasi subito....mentre il compagno dalla donna usciva dalla bocca di F. e rientrava nella fica della sua lei. F. abbassò la testa e vide che la lingua della ragazza saettava sempre sulla fica, alternandosi sulle palle di Franco quando lui faceva l'affondo nel culo. Anche Franco fece il giochino del dentro e fuori.....Cominciò a tirare fuori il cazzo dal culo, per metterlo in bocca alla donna, cacciandolo in gola fino in fondo, poi lo estraeva e lo rimetteva nel culo di F. e la donna ricominciava a leccarla la fica....... Erano uno spettacolo quei 4.....da un lato cazzo in bocca a F. e in fica alla sconosciuta, dall'altra parte cazzo in culo a F. e in bocca all'altra, mentre le due donne quando avevano la bocca libera continuavano a leccarsi una con l'altra.......
Non poteva durare a lungo.....all'ennesima volta che aveva in bocca di F. il cazzo, grosso e nodoso, lui si fermò..lei sentì le pulsazioni dell'orgasmo di lui che arrivava, continuò a succhiarlo piano mentre con le dita tormentava la fica della donna senza smettere.....il fiotto di sborra in gola non la colse di sorpresa, ma fu costretta ad ingoiare per non soffocare, non fermò le mani e anche la fica sotto di lei cominciò a tremare....li stava facendo venire contemporaneamente tutti e due..altra sborra calda le si riversò in bocca, un fiume in piena, mentre le sue dita continuavano a lavorare quella fica che sbrodava e fremeva, inondandole le dita. Aprì le bocca perché non ce ne stava più , non riusciva a contenerla tutta, non voleva ingoiarne più.......e si riversò sul ventre della donna sotto di lei. Col cazzo ancora in bocca spalmò la sborra che era caduta sulle labbra di lei, spingendola anche dentro su per il canale vaginale.... era su di giri per l'eccitazione e Franco continuava a martellarle il culo col cazzo fino in fondo e le palle che le sbattevano sulla fica......la donna aveva smesso per un'istante di leccarla, ma ora aveva ripreso con più foga di prima.
L'uccello notevole dell'altro scivolò fuori dalla sua bocca, osservò le misere dimensioni a cui si era ridotto, ma si concentrò su quello che le stavano facendo....Sentiva che anche Franco stava per venire.....anche lui si fermò mentre il cazzo era piantato profondamente nel culo, ma la lingua dell'altra non smetteva.....il ventre di F. era adagiato completamente sulla faccia di lei e la sua bocca le stava procurando un altro orgasmo. Arrivava....cresceva sempre di più...il suo ventre cominciò a vibrare sotto l'onda che la travolgeva.....Dio come era forte...... sbatteva sulla faccia della donna urlando di piacere e in quel momento il getto violento di sborra calda di Franco le penetrò nelle viscere....il suo buco del culo era una ventosa che accoglieva quel cazzo e lo risucchiava per poi allargarsi oscenamente dilatato. Franco approfittò per sgusciare fuori, con l'uccello ricoperto della sborra che si era spalmata su lungo le pareti del suo culo.....lo maledisse perché lo voleva ancora dentro, voleva altri getti caldi, ma sapeva che il porco lo avrebbe messo nella bocca dell'altra ed era proprio così. Franco si tenne per non sborrare ulteriormente, estrasse il cazzo gocciolante e subito lo piantò in gola all'altra, che lo aspettava a bocca aperta....la chiavava selvaggiamente in bocca e scaricò l'altra sborra in quella gola vorace. L'osceno su è giù faceva scivolare gocce di sperma fuori dalla bocca della donna e Franco mentre veniva non poteva fare a meno di ammirare il culo palpitante di F. col buco spalancato che sembrava un antro senza fondo.....
F. aveva fatto venire contemporaneamente i nuovi amici e la zoccola l'aveva ricambiata facendo venire insieme loro due. Avevano goduto tutti e 4, ma F. avrebbe voluta anche tutta la sborra di Franco. Si mise in ginocchio sempre con le testa della donna fra le gambe e cominciò a spingere con l'ultima parte del retto....la donna alla vista dell'ano di F. che si dilatava e stringeva, prese a leccarla ancora in mezzo alle chiappe piene di sborra che passava poi alla fica con la lingua, quando con ultima spinta F. fece uscire tutta lo sperma che le si era accumulata nel culo, che gocciolò denso nella bocca della donna intenta a leccarla. Questa abbozzò un sorriso e non si scompose e continuò a leccare con la lingua impastata di poltiglia bianca come niente fosse. Anche F. sorrise....sapeva che era solita squirtare anche minimamente ogni volta che aveva un orgasmo, diede un'altra spinta con l'ultima parte dell'intestino e subito uno spruzzo dorato caldo finì in bocca e sul viso della ragazza che non se lo aspettava......lei non reagì, F. si voltò e fece un gesto di scuse, ma ormai era fatta....era stata ripulita...non aveva bisogno di lavarsi la faccia.
Franco ed F. si alzarono, salutarono le coppia e proseguirono per il corridoio....C'erano tante porte aperte dietro cui si vedevano coppie aggrovigliate, quartetti come il loro fino a poco prima, o vere e proprie orge. Ancora F. vedeva molte over 60 che erano quelle che si davano più da fare. A quell'età o avevano tirato i remi in barca e avevano chiuso col sesso, o ne approfittavano ampiamente... Franco le diceva che erano le più assatanate,le più porche...erano molte ricercate perché si prestavano a qualunque fantasia...anche la più perversa.
I singoli scarseggiavano, ma le avevano spiegato che questa era la zone dedicata alle coppie dove i singoli erano ammessi solo su espresso invito di una coppia, per quello i maschi erano poco più delle donne. Quanto le piaceva questo privè.....
Camminavano nudi, l'accappatoio era rimasto chissà dove, d'altronde gli ambienti erano molto riscaldati..... Arrivarono in un salone pieno di luci cangianti che assumevano varii colori e dove in mezzo c'era una specie di letto, di divano senza schienale che chissà che significato aveva, e da un lato c'era una cancellata (cosa curiosa) che separava la stanza da un largo corridoio dove si intravedeva altra gente nuda...
Franco la spinse verso la cancellata.....le disse "appoggiati di schiena alla cancellata guardando verso di me e alza le braccia e allarga le gambe" .. lei ubbidì e Franco le chiuse i polsi e l caviglie a delle specie di ceppi che erano lì a questo scopo e lei rimase bloccata come crocifissa in piedi poggiata alla cancellata senza potersi muovere.......il suo corpo splendido faceva una X....i seni sudati si alzavano mentre lei respirava e Franco ammise a sé stesso che aveva per moglie una vera bomba sexy, una donna che faceva impazzire solo a guardarla....
F. sorrise...non capiva dove portava questa cosa, lo chiese a Franco e lui le disse di aspettare...... Lei cominciò a sentire un brusìo dietro di sé che aumentava di volume con il passare del tempo...quasi c'era una folla dall'altra parte del cancello.......e capì......i singoli....erano i singoli esclusi dalle coppie che finalmente potevano toccare una donna. Si appoggiarono in tanti dall'altra parte del cancello e cominciarono a tendere le mani, avidi di toccarla. Si sentì afferrata da cento mani, vide che si protendevano tra le sbarre, la toccavano, ma altri spingevano per farlo, le stringevano le natiche , i seni, qualcuno per non volere mollare la presa le faceva anche male......le ricordava i film di zombi che aveva visto....mille mani tese che volevano afferrarla, qualcuna cominciò a insinuarsi tra le sue gambe toccandole la fica, altre riuscivano ad allargarle le labbra per insinuarsi all'interno, ma poche ci riuscivano, spinte dagli altri che sopraggiungevano che cercavano di spostare quelli che c'erano già per riuscire a toccarla a loro volta. Vide spuntare cazzi duri tra le sbarre....temeva di essere violentata ma non era possibile in quella ressa, dove i maschi infoiati si spostavano l'uno con l'altro. Uno riuscì a infilarle un dito nel culo, ma fu subito spinto via da un altro e così a continuare...in un carosello senza fine......i seni sembrava che volessero portarli via, le dolevano da tanti mani li avevano stretti. Si sentì bagnata nelle gambe...guardò...non era possibile....uno toccandola era riuscito anche a farsi una sega e le era venuto sulle cosce. A poco però ci prese gusto e la sua fica cominciò a diventare un lago......chi riusciva a toccarla ritirava le dita impiastricciate dai suoi umori e piano piano si abbandonò a quell'orgia mancata e chiuse gli occhi.
A quel punto Franco decise che era il caso di smettere.....lei si stava eccitando e non doveva soddisfarsi un'altra volta....doveva rimanere vogliosa per il seguito. Le si avvicinò, la baciò sulla bocca, la toccò come gli altri, lei protese in avanti il bacino per sentire il suo sesso duro e lui piano la liberò.
Si abbracciarono... lei tremava, era quasi sconvolta dall'esperienza, ma le era tornata una voglia irrefrenabile di essere posseduta, voglia di godere , voglia di cazzo a volontà..... era una troia e quella sera si sentiva nel suo ambiente, voleva essere la puttana di tutti, era nel posto giusto...quel luogo era un vero troiodromo....dove si giocava a chi era più zoccola.....
Era seduta su un puff vicino alla cancellata...gli uomini erano spariti dopo che era stata slegata e la stanza era ripiombata nel silenzio, Franco la accarezzava e lei aveva i capezzoli duri...era eccitatissima e cercava il suo cazzo con le mani, gli accarezzava le palle e voleva prenderlo in bocca......lui la calmò dicendola che la serata trasgressiva non era ancora finita. Fra di loro avevano tutto il tempo di fare sesso a casa, ma nel privè era meglio approfittare di tutte le situazioni che si potevano ancora presentare.
Lei disse "hai ragione...mi devo calmare.... Fammi stendere un po'". Si alzò dal puff e si diresse verso lo strano divanetto che aveva notato quando era entrata...... Franco disse "sei sicura?" e lei che non capiva si stese supina guardando il soffitto e accarezzandosi da sola e passando la mano ripetutamente sulla fica, come in una solitaria masturbazione.
Stette così qualche minuto....si rilassò..le luci colorate continuavano a cambiare e la musica sexy in sottofondo accompagnava i gemiti che si sentivano provenire dalle stanze adiacenti.....il cuore le batteva forte..si stava di nuovo eccitando....quando all'improvviso si sentì come un campanello d'allarme con un suono prolungato e gli altoparlanti diffusero Amanda Lear che cantava un vecchio motivo...Queen of Chinatown. Si ricordò all'improvviso.......la regina.....era la regina.... Franco le aveva detto che se una si stendeva per più di 3 minuti su di un certo divanetto diventava la regina della serata....il che voleva dire che era a disposizione di tutti...tutti potevano usarla a loro piacimento, farle quello che volevano, donne, uomini, la zoccola di tutti, la puttana a disposizione, la troia perfetta, la latrina di maschi e femmine.....non era una posizione ambita...pochissime volte una donna si era prestata..... Tutte e tutti volevano partecipare, ma nessuna voleva essere la regina....
Franco alzò le spalle......come a dire ti avevo avvertita...ora che posso farci? Vide che la cancellata prese a scorrere, liberando l'accesso del corridoio.....e un po' di maschi cominciarono ad affacciarsi da lì, mentre dalle altre sale arrivavano coppie curiose di sapere quale sarebbe stata la regina.
F. non sapeva se era terrorizzata o eccitata......arrivava una piccola folla......coppie e singoli ora potevano mescolarsi a volontà e rendere omaggio alla regina della serata.
Circondarono il lettino.....lei era ancora sdraiata e i corpi nudi tutto intorno quasi le chiudevano la visuale e le davano un senso di oppressione.....le mani comiciarono a toccarla, a frugare il suo corpo, erano dieci, venti, cento...non lo sapeva più. Intorno vedeva solo cazzi e fiche e mani, non distingueva i volti di nessuno.....l'odore del sesso era penetrante.....era tutta gente che fino a un minuto prima era impegnata con il sesso di qualcun altro e si sentiva....c'era anche inevitabile l'odore del sudore, di gente infoiata, di cazzi che erano stati succhiati fino all'istante precedente o che erano in fiche bagnate o in culi maschili e femminili, cazzi gocciolanti che erano stati menati dai singoli in attesa di concludere qualcosa, cazzi e fiche che avevano pisciato aspettando che qualche lingua li ripulisse dalle gocce di orina ed ora erano tutti lì per lei, che era la loro schiava........la visuale si restringeva sempre di più..vedeva solo cazzi di tutti i tipi e forme che venivano menati vicino al suo corpo.... Avrebbe voluto scomparire, nascondersi, vedere se stessa dall'alto circondata da tutta quella gente, le sarebbe piaciuto alzarsi in volo come una elegante libellula e osservare quello che le avrebbero fatto......
Ma era sdraiata e doveva fare buon viso a cattivo gioco.....a un tratto uno le prese per le ascelle e la tirò verso di sé....non capì subito, ma quando fece per riappoggiare la nuca, trovò che la testa penzolava nel vuoto.....vedeva le ginocchia di un uomo, vedeva il suo grosso lungo cazzo oscillarle davanti al viso e subito le aprì la bocca per finire piantato nella sua gola....il porco in quella posizione poteva chiavarla in bocca e lei non si poteva muovere.....lui piegò leggermente le gambe e cominciò a muovere i fianchi avanti e indietro andando dentro e fuori dalla bocca, mentre con le mani le massaggiava la tette....le era sulla schiena, bloccata con la testa in giù, quasi non riusciva a respirare, alzò le mani quasi a spostarlo, ma incontrò una selva di cazzi che cominciò a toccare, a menare, passando da uno all'altro tanto non era possibile fare altrimenti.....ogni spazio intorno a lei era impegnato da cazzi umidi e gocciolanti di piacere....
Le faceva male il collo in quella posizione, ma si stava eccitando come una porca.....sentiva chela fica le gocciolava, doveva essere lucida e schifosamente bagnata, non sapeva quante dita la stavano toccando, ma scivolavano dentro di lei continuamente, una dopo l'altra.......il tizio venne quasi subito nella sua bocca....lei non poteva deglutire in quella posizione, per cui al primo denso getto di sborra mugolando riuscì a spostarsi e far scivolare il cazzo fuori dalla bocca, tossì ripetutamente e l'uomo segandosi con le mano finì riversando gli altri getti bianchi sul collo e sul seno. Non fece quasi in tempo a prendere fiato che un altro prese subito il suo posto...perse la cognizione del tempo...non sapeva più quanti uomini erano venuti nella sua bocca.... e continuavano...uno dopo l'altro ... e poi la sborravano dovunque.....aveva la faccia piena, i capelli, il naso, il seno.....ogni tanto capitava una donna che la leccava tutta, raccoglieva la sborra con la lingua e magari la passava ad un'altra baciandola..... tra i vari maschi che le avevano preso la bocca in quel modo, c'erano anche due donne che si erano accucciate sulle sua bocca per farsela leccare, ondulando i fianchi per strofinarla bene sulla sua faccia.....non le aveva viste ma non credeva fossero giovani....le porche....una non era depilata e aveva i peli bianchi sul sesso.....tutte e due avevano raggiunto l'orgasmo sulla sua faccia e per ringraziamento mentre godevano le avevano anche pisciato sul viso......
Lei non sapeva più niente, non capiva più niente, una cazzo la stava chiavando, un altro era perennemente in bocca, aveva sempre cazzi in mano, aveva perso il conto degli orgasmi che aveva avuto, le girava la testa, che era sempre penzoloni e faticosamente riuscì a tirarsi su. Scese dal lettino e si inginocchiò per terra e cento cazzi le si pararono davanti......fino ad ora era stata usata, ora voleva condurre il gioco lei. Cominciò a succhiare cazzi passando da uno all'altro...voleva assaggiarli tutti, e intanto con le mani menava gli altri, un po' per uno, passando da uno all'altro con la bocca e le mani...li voleva tutti..voleva che sborrassero tutti....le comparve anche un mostruoso cazzo nero, dai 25 ai 30 centimetri di lunghezza e belle grosso...a stento lo teneva in mano.......vi si dedicò con particolare passione. Ogni tanto compariva qualche fica tra un cazzo e l'altro, e a quella erano sempre riservare due o tre dita e una bella slinguata...
Non seppe quanti le sborrarono addosso mentre era inginocchiata ai loro piedi, ma quando si alzò sembrava un candeliere in cui le candele si erano tutte consumate e la cera bianca era colata tutta giù raccogliendosi alla base.......solo che nel suo caso era sborra.
La misero di nuovo sul lettino inginocchiata questa volta.......ma quanti dovevano venire ancora? Credeva di averli fatti sborrare già tutti....uno si mise sotto di lei.....la guardava negli occhi, ma le piantò subito il cazzo nella fica...lei prese a muoversi su e giù con i fianchi, ma all'improvviso sentì una fitta dietro...già ...nessuno l'aveva ancora inculata....era arrivato il momento. La doppia penetrazione la esaltò..era esausta, ma inspiegabilmente si eccitò ancora e si apprestò a gustarsela tutta....... immancabilmente un cazzo le penetrò in bocca.....era fatta...tutti i buchi erano occupati...tese le mani.....trovò subito due cazzi da menare e pensò "ora non posso fare altro, facciamo venire questi 5".
Ero uno spettacolo alle prese con 5 cazzi....con quello sotto di lei si guardavano negli occhi mentre lui la trombava, non sapeva chi aveva nel culo, ma ci sapeva fare.... Abbastanza delicatamente era andato fino in fondo e ora le sue palle sbattevano contro quelle di chi aveva nella fica. Improvvisamente quello in bocca venne...basta sborra..era sazia...ne aveva ingurgitata a litri.....girando la testa fece uscire l'uccello dalla bocca e quello subito si diresse verso la bocca aperta dell'uomo che era sotto di lei......lo vide entrare mentre continuava a sborrare....e pensò..."questo è bisex...prendine un po' anche tu". Infatti l'uomo parve apprezzare tantissimo...si leccava le labbra e da tanto che eccitato le venne nella fica.......aveva trovato il compagno giusto perché subito si alzò e se ne andò con lui.....
Anche quello nel culo venne copiosamente.....il clistere caldo di sborra quasi la fece venire.....l'uomo si sfilò e fu subito rimpiazzato da un altro e poi da un altro, e poi da un altro....il buco del culo non le bruciava più......era dilatato al massimo, più largo della fica......il retto pieno zeppo di sborra che le continuava a colare fuori era così lubrificato al massimo e i cazzi scivolavano dentro senza difficoltà, come mani su una saponetta che era rimasta nell'acqua.......Uno dopo l'altro le venivano nelle fica, nel culo, in bocca....la processione non finiva mai. Ad un certo punto le sembrò che la sua vagina si dilatasse a dismisura.....non era possibile che ci fosse un cazzo grosso così......erano due.......gli erano entrati in due nella fica e la stavano chiavando insieme....come era bello......voleva venire di nuovo.......era mai possibile? Quanti orgasmi poteva avere? Intanto il cazzo nero le si parò davanti alla bocca......le venne l'acquolina come davanti a un dolce prelibato..lo leccò e cominciò ad allargare la bocca per prenderlo.....non ce la faceva...era troppo grosso....riuscì a far entrare solo la cappella, ma aveva la bocca dilatata e non ce la faceva a fare un buon pompino......lui dopo poco uscì e fu subito rimpiazzato da un cazzo di normali proporzioni...... I due nella fica la eccitavano e prese a toccarsela furiosamente...sentiva arrivare un altro orgasmo...il clitoride sporgeva, lei continuava a farlo passare tra le dita, i due cazzi esplosero quasi contemporaneamente....fu un inondazione di sborra e venne anche lei tenendo la fica in mano, si sentì svenire dall'eccitazione...era un po' provata..... i due si sfilarono dalla fica, scesero dal divanetto, si misero avanti a lei e si fecero ripulire i due cazzi sporchi di sborra dalla sua lingua.... Lei rimase a bocca aperta mentre era ancora sotto l'effetto dell'ondata di orgasmo, quando i due contemporaneamente pisciarono sulla sua lingua e nella gola..... A lei non importava più niente...era tutto buono......mando giù una sorsata e poi tenne la bocca aperta così il piscio le scivolava fuori dalla bocca piena ma senza ingoiare. Approfittò anche lei...aveva la vescica pienò e la scaricò...non si curò di chi ci fosse dietro a ricevere la sua pioggia, ma fu sicura che qualcuno era stato centrato in pieno...peggio per lui.
Vide con la coda dell'occhio il nero dietro di lei.......bè si sarebbe fatto anche quel cazzo...nella fica sarebbe certo entrato..ma si sbagliava......lui cominciò a strofinarlo prima sulle labbra, poi sul buco del culo e alternò....da tutti e due buchi continuava a colare sborra, ma lui si concentrò sul culo.........lei pensò non no lì non ci entra, ma lui piano piano forzava......quel culo che era stato ripetutamente violato cominciò a cedere, cominciò ad allargarsi e la cappella riuscì ad entrare...lei si sentiva spaccare...meno male che pieno di sborra facilitava la penetrazione, lubrificato come era....era mostruoso, sia il cazzo che l'ano, che si allargava sempre più....ed entrava, continuava ad entrare, scivolava sempre più giù, fino a che fu tutto dentro fino alle palle.Lei non capiva più nulla, lo sentiva quasi in gola.....era in profondità nelle sue viscere...si sentiva dilatata, spaccata......una sensazione mai provata, ma quando lui si cominciò a muovere salì al settimo cielo.......chiese all'uomo vicino di masturbarle la fica...lei non voleva distrarsi......voleva che qualcuno la ravanasse davanti mentre il mostro la penetrava dietro.....
Quando lui venne le sembrò una cas**ta di lava calda, le riversò dentro il mondo, non finiva più, gli schizzi di sborra si susseguivano copiosi...non li contava più....la mano sconosciuta continuava a masturbarla, ebbe un orgasmo violento....cominciò a tremare tutta....si divincolò...l'enorme cazzo venne estratto di colpo come un tappo dalla bottiglia di spumante.....seguito da un getto di sborra dal culo di F. che non riusciva più a contenerla da tanta che era...... Lei si accasciò semi svenuta...era quasi in trance....non sentiva più nulla, non reagiva più...... C'erano altri uomini in coda per approfittare della sua bellezza.....lei non li vedeva più...non partecipava più.....continuarono a sborrarle nel culo, nella fica, in faccia...tanti si accontentavano di farsi una sega sul suo corpo e di venirle sul seno, sulle gambe....dovunque. Ci fu uno che le infilò le dita dentro la fica e cominciò a ruotarle nel lago di sperma che c'era all'interno.... E scivolavano una dopo l'altra...entrò anche il pollice.....l'uomo scivolò dentro fino al polso.....cominciò a stantuffarla con il braccio, muovendolo avanti e indietro....quando ne estraeva un pezzo era lucido di sperma.....mentre continuava il fisting con l'altra mano si faceva una sega....quando stava per venire sfilò il braccio e finì la masturbazione venendo esternamente sulla fica di F., poi se ne andò.
Quando fu tutto finito erano passate quasi 2 ore.....F. non si era più mossa...era come in trance...gli orgasmi in serie l'avevano spossata...tutti erano andati via....lei era ancora sdraiata su quel divanetto a pancia sotto...... Franco si avvicinò, la scosse.....veramente era un po' un cesso....coperta di sborra dalla testa ai piedi, puzzava di piscio, i capelli sconvolti e impastati......"andiamo a fare una doccia" le disse....
Lei si alzò quasi barcollando..."bello, quanto ho goduto.." gli disse....Lui la portò alle docce, la aiutò a lavarsi, poi si andarono a vestire e si avviarono all'uscita. Prima di uscire furono accolti da un applauso scrosciante sia dal personale che dai clienti, dal padrone del locale le fu consegnata la coppa che veniva data a tutte quelle che erano state regine ( e non erano molte quelle disposte a farlo) e un certificato per cui in qualità di ex regina, aveva ingresso e consumazione gratis per sei mesi per lei e per il suo accompagnatore....
Arrivati a casa andarono subito a letto...lei non ebbe bisogno di struccarsi perché gli ultimi residui di trucco se ne erano andati ore prima...era stanchissima....voleva dormire subito. Diede la buonanotte e Franco e si voltò...dopo un minuto però si rigirò e gli disse "amore....quando ci ritorniamo?"
Franco la guardava quasi inebetito e capì che quel locale avrebbe avuto una regina molto più spesso che in passato....lei si era già addormentata e lui le sorrise..."che zoccola che sei amore...." pensò.
  • Viste: 501
  • Aggiunto il : 2016-01-16 05:46:39

Recensioni

Bu Hikayeye Henüz Yorum Yazýlmamýþ
Neden ilk yorumu siz yapmýyorsunuz ?


Mappa Racconti Sesso
RSS Racconti Erotici Racconti Pornos Racconti Cazzo - Racconti Sesso