Commenti recenti

Schiave del mio cazzo
voglioscopare
-----------------------------------------------------
Prime Esperienze Con Il Cugino
anche io ho un cugino di pari età e quando avevam
-----------------------------------------------------
L'uomo tedesco combatte insieme madre e madre
a me è successo quando avevo 20 anni mentre stavo
-----------------------------------------------------
come si diventa cuckold
bravi e unesperienza stupenda e goduriosa vedere l
-----------------------------------------------------
Regalo di compleanno speciale
e fantastico.....fare sesso con la moglie e lamich
-----------------------------------------------------
Io e la mamma di Luca
ottimo
-----------------------------------------------------
Maestro sesso video francese College Girl
bello
-----------------------------------------------------
Hellen ed i miei sogni
bel racconto le bionde sono sempre le migliori e m
-----------------------------------------------------
Si mette una mano sulla fica di San Valentino
si
-----------------------------------------------------
Si mette una mano sulla fica di San Valentino
si
-----------------------------------------------------

Etichette

film porno gratis con giapponese matura moglie puttana scopata dal massaggiatore hd porno videos download video sexi gradis mamme ragazzi belli gay minorenni mogli che sborrano sesso con il massaggiatore video porno.com porno tettone palpate dawonload vedios ponograficos video porno gang bang al ristorante nonne con grandi cazzi porno pompini di vecchie sognore sesso dialoghi italiani scopata amica italiana megaasesso. gratis gay pelosi grossi solo video gratuiti mamme e figli seessotubo woodman casting video gratis leccare figa culo scopata giapponese porno mature pelose scopate da due cazzi grande cazzo in un buco piccolo compilatio di sperma su tette f ilm porno donne russe porno gradis di 18enni dofati cerco siti porno nuove porno anziane film pornoxxxx viideo porno italiani blondie film porno video porno gratis di ciglian trans ingoiia la mia sborra helencruz xxx in spiaggia loro scopano lui lecca video porno mature por pornocazzone le sbatte la fica naveporno video porno casting per gangbang hentaj pornototale lesbi porno video sesso tra sorelle gratis porno con cazi enormi bianchi vecchie lo vogliono nel culo porno cazzi giganteschi per mogli italiane ragazze italiane brutte film porno gratis mamme puttane in orge video feste amatoriali porno porno con 30 cm di pene film porno italiani gratis con cavallo megasesso inesgnanti ragazze scopate da animali video porno ragazze colore Sesso mariito moglie orge voglioporno fighepelose da trombare cazzi neri di 50 cm videoclip 3gp filippine porno moglie succhia cazzi a sconosciuti tette enorme lesbiche inculate amatoriali italiane gratis cazzi grossi porno cazzi grossi bianchi gay figa molto pelosa porno film porno gratis sesso anale prima volta pompini con venuta a sorpresa gratis pornazzi italiani super Video porno amatoriali gratis guarda videopornoitalianogratis Miglior video porno di sempre piccola scopa video gratis video porno nonna che scopa nipote gratis bus giapponesi sesso mogli che succhiano in diretta il cazzo solo gratis nonna segaiola porno italia video porno amatoriale di donne da sole a casa videoprno anal con cavalli porno video di tutto mondo vomito teen deptroat videos porno HD descargar videoputtanegratis video sul telefonino porno video porbo da scaricare video porno penetrata da un cazzo lunghissimo sunny leone minigonna cazzi nel culo delle donne video pompinare baby video italiano hard ragazze giovani infermiere megasesso brighitte bulgari anzianeinculate video ragazze in discoteca sesso video porno italiano nuovi gratis ragazza fa pompino al fidanzato video porno real amatoriale parno italiano Puttane nere in calore video porno due cazzo inaspettato la casalinga viene scopata dagli idraulici gisella donadoni porn porno centro commerciale italiano gratis Foto tett belle manze mature ciclopic dildo en culo

Strumenti

Gratis Porno Filmati - Storie Di Sesso

1987

Me ne sto trafficando come al solito sulla mia motina, quando mi sento chiamare. E la signora Gianna, mamma del mio amico.
Mollo immediatamente la chiave a T con la quale ho appena rimontato la candela e mi alzo in piedi.
- Si?- rispondo, con tono entusiasta.- Buongiorno, signora.-
- Scusami se ti disturbo mentre stai lavorando.- fa lei, appoggiata con le braccia alla ringhiera del poggiolo.- Ma quella benedetta lavatrice si è messa di nuovo a fare le bizze. Non è che potresti venire un salto su a darle un'occhiata?- mi dice. E mentre lo fa, abbassa casualmente una mano fino ad afferrare l'orlo del vestito, poi lo solleva lentamente quasi fino all'inguine. Dal punto in cui sono ho una visuale perfetta della sua fica ed ho improvvisamente la certezza che quella richiesta di aiuto non concerne riparazioni a lavatrici.
- Molto volenti!- rispondo, cercando in qualche modo di non esibire troppo entusiasmo, per non insospettire eventuali vicini troppo curiosi. Rimetto rapidamente gli attrezzi nella loro cassetta e parto verso il portone di casa, pregustandomi qualche altra novità o giochetto. Da due mesi la signora Gianna mi fa da nave scuola, ed aspetto le sue chiamate come fossero la manna dal cielo.
Spalanco il portone con sufficiente energia da staccarlo dai cardini e mi scapicollo in ascensore. Un minuto più tardi busso alla porta dell'appartamento di Marco.
La signora Gianna mi apre con un sorriso. - Solita storia.- esordisce con un sorrisetto complice.- Si mette a perdere proprio sul più bello del lavaggio.- dice, a beneficio dei summenzionati vicini dalle orecchie troppo lunghe.
- Vediamo se questa volta troviamo il problema.- concordo con lei, entrando in casa ed appoggiando a terra la cassetta degli attrezzi. Lei chiude la porta alle nostre spalle, poi parte verso il bagno, con me che la seguo come un cagnolino a guinzaglio.
Appena entrata, si volta verso di me e mi squadra dalla testa ai piedi.
- Certo che con quella tuta addosso sembri un vero meccanico.- mi dice, passandosi la lingua sulle labbra con fare molto lascivo. - Comprese le mani nere di grasso.- mi fa, avvicinandosi leggermente. In effetti indosso la mia tuta blu, di quelle complete, con la zip doppia che dalla gola arriva fino all'inguine e ritorno, ed ovviamente ho mani macchiate di nero del motore della mia motina.
- Me le lavo subito.- dico, pronto.
- Oh no!- mi ferma lei, avvicinandosi a me fino a sfiorarmi.- Non ho mai fatto sesso con un meccanico tutto sporco d'olio.- allunga le mani e fa scorrere la zip bassa, quella che permette di aprire la tuta dal basso verso l'alto. Infila una mano nella patta aperta e si appropria del mio uccello. In un attimo, mi abbassa gli slip e tira fuori dalla tuta tutto il malloppo, palle comprese.
- È questo il bello di farsela con un diciottenne.- mi mormora in un orecchio, mentre mi accarezza delicatamente l'uccello.- Sei duro in un momento!- poi si abbassa lentamente fino ad accosciarsi davanti a me, mi guarda per un attimo negli occhi, spalanca la bocca e e inghiotte lo sfilatino. Merdasanta! Quanto mi piace come me lo succhia. Abbasso lo sguardo e mi godo il superbo panorama che mi si presenta. A parte la faccia da cane bastonato, la signora Gianna ha un magnifico paio di tette, lasciate parecchio scoperte dallo scollo del solito vestitino a fiori da perfetta casalinga che indossa, e due cosce che potrebbero fare l'invidia di parecchie trentenni. Se poi ci mettiamo che fra quelle due cosce è infilata una mano intenta a pastrugnare una patata rossa di pelo, c'è da meravigliarsi se riesco a res****re alla tentazione di sborrarle in bocca seduta stante.
Mentre la osservo, lei mi ciuccia il papago con rara maestria, continuando a guardarmi in faccia da perfetta spudorata. Ci si applica di impegno finchè non si convince che più duro di così non potrei diventare se non con una colata di cemento, poi finalmente lo risputa lucido di saliva e si rialza in piedi. Mi da un bacio linguato e salivoso, poi si volta, appoggiandosi al lavandino del bagno. Allarga le gambe, solleva il vestitino sul culo e, guardandomi nello specchio, mi fa l'occhiolino.- Scopami così, mio bel meccanico!- mi invita.
Accetto l'invito con il solito entusiasmo, e quando mi piazzo alle sue spalle lei si impadronisce di nuovo del mio cazzo, infilandosi una mano tra le cosce. Mi guida alla figa già sbrodolosa e si impala da sola, spingendo il culo verso di me. Sprofondo dentro quell'antro bollente con un mugolio di goduria e comincio a fotterla per bene, non veloce ma con forza, come piace a lei.
Lei si punta sul lavandino e assorbe i miei colpi di cazzo con evidente piacere, guardandomi negli occhi attraverso lo specchio.
- Bravo! Scopami così! Fammelo sentire.- mi esorta. - Prendimi per i fianchi e sbattimi per bene!-
Fregandomene delle mani sporche, la agguanto e ci do dentro a tutto spiano, facendola sussultare ad ogni colpo.
- Hai imparato bene!- balbetta, a bocca spalancata e con il fiato corto.
- È lei una brava maestra, signora Gianna.- rispondo, sapendo che chiamarla così quando facciamo sesso la fa sbarellare. Infatti chiude gli occhi e sento che contrae la figa attorno al mio cazzo.
- Lo sai cos'è una sveltina?- mi chiede, ormai ansimando.
- Si! - rispondo io a dentri stretti.
- Allora dacci dentro!- mi ordina.- E guardami negli occhi quando vieni. Voglio sentire che mi schizzi dentro e vederti godere.-
- Cazzo!- ringhio. Simili proposte non possono lasciare indifferente nemeno un paracarro. Serro le dita sui suoi fianchi e parto a tutto gas, pistonandole la figa con tutte le mie forze e continuando a fissarla in quegli splendidi occhi verdi.
- Dai! Sto per venire pure io.- mi incita a smozzichi.
- Oh si!- riesco a blaterare.- Vengo! Vengo!- le consegno un ultimo, definitivo colpo di reni e le schizzo nella figa un primo, fiotto. Lei strabuzza gli occhi, senza distoglierli dai miei, spalanca la bocca e geme il suo orgasmo in un lungo rantolo di piacere. Mi scarico completamente dentro il suo corpo sferrandole ancora un paio di colpi che le strappano altri gemiti di piacere, poi mi fermo ansimando e guardandola in faccia. È incredibile ma, solo quando è appena venuta, riesce a sfoggiare un sorriso vero e felice.
Ansimiamo per qualche istante, poi delicatamente mi sfilo dalla sua figa e le lascio andare i fianchi.
- Fermo li!- mi ingiunge, voltandosi verso di me. Si abbassa rapidamente, accosciandosi come all'inizio, e si riappropria del mio uccello sgocciolante. Lo imbocca con somma delicatezza e lo ripulisce a colpi di lingua, poi mi sorride e, sempre con estrema delicatezza, me lo rimette nelle mutande e chiude la zip. Infine si raddrizza e mi sorride.
- Hai le mani sporche, non ricordi?- mi fa, sorniona.
- Me ne ero dimenticato.- boffonchio, ancora confuso, guardandomi le mani.
- Me ne sono accorta.- mi fa, raccogliendo una goccia di sperma che le scorre lungo la coscia con la punta di un dito, che poi si succhia con gusto.
- E ora puoi tornare a trafficare con la moto.- mi fa, rassettando il vestito.
- Grazie ancora per il pronto intervento.- mi dice, con un sorriso appagato, quando ho già un piede in ascensore.
- È stato un piacere.- le rispondo, mentre le porte iniziano a chiudersi
- Anche per me... in tutti i sensi!- la sento dire, poi l'ascensore inizia scendere.
  • Viste: 464
  • Aggiunto il : 2016-01-16 05:48:06

Recensioni

Bu Hikayeye Henüz Yorum Yazýlmamýþ
Neden ilk yorumu siz yapmýyorsunuz ?


Mappa Racconti Sesso
RSS Racconti Erotici Racconti Pornos Racconti Cazzo - Racconti Sesso