Deprecated: mysql_connect(): The mysql extension is deprecated and will be removed in the future: use mysqli or PDO instead in /home/itali/public_html/baglan.php on line 14

Deprecated: Function eregi() is deprecated in /home/itali/public_html/f.php on line 20
Un altro giorno infernale alla palestra... o Racconti UN ALTRO GÝORNO ÝNFERNALE ALLA PALESTRA... O

Commenti recenti

Porno donna siriana
fabio42 sexy ragazzo notte foga voglio sesso grupp
-----------------------------------------------------
Addestramento di una moglie su richiesta del marit
hello my family member i want to say that this art
-----------------------------------------------------
Addestramento di una moglie su richiesta del marit
wow this could be one particular of the most usefu
-----------------------------------------------------
Schiave del mio cazzo
voglioscopare
-----------------------------------------------------
Prime Esperienze Con Il Cugino
anche io ho un cugino di pari età e quando avevam
-----------------------------------------------------
L'uomo tedesco combatte insieme madre e madre
a me è successo quando avevo 20 anni mentre stavo
-----------------------------------------------------
come si diventa cuckold
bravi e unesperienza stupenda e goduriosa vedere l
-----------------------------------------------------
Regalo di compleanno speciale
e fantastico.....fare sesso con la moglie e lamich
-----------------------------------------------------
Io e la mamma di Luca
ottimo
-----------------------------------------------------
Maestro sesso video francese College Girl
bello
-----------------------------------------------------

Etichette

anal altalena belle signore arrapate film pornostar con cazzi gigante porno sperma dentro video donne si masturbano in ufficio seso amatoriale video lesbiche 18 anni grosse video gratuiti di vecchie pompinare audizioni porno i meno visti video porno gratis di ragazze sverginate selvaggiamente troie pono nero porno italiano Padrona vide o porno porno gratis in 3g gangbang isola video porno vidio porno arabo gratis video porno britni spirs Mutandineporn film porno done mature oltre 50 anni SUper poreno troie succhia cazzi gratis Tette grose porno moglie che scopano davanti al marito porno italiani mamme ed amici porno di belle donne che si fanno inculare gratis.it leccare la flca megaclitoridi video hard vecchi che leccano videoporno.di.cazzi.grandi. prendiporno mia moglie scopa con suo figlio uomini anziani Negri nudi matura riccia:amatoriale:porno video hard trans che scopano con con tettone porn sex italiano super orgasmo lesbo fighe sborrate film porno grossi cazzi e fighe pelose donna cinquantenne in bocchino Moglie Eccita Il Marito Facendo Il Gesto Delle Corne mia mamma vuole il cazzo in culo video italiano mamme scopate da amici del figlio porno conmamme nonne scopano amici nipoti sborra calze porno pamela neri porno anal guardala porno zia per cellulari film lesbo hard video gratis 2 cazzi nel culo e 2 in figa vanessa sardi hot figa ungherese video porno gratis in macchina nonne amatoriali italiane porno megasesso videi gratis alle nonne piace nel vulo Foto gratis milf porno video pornohub Filmpornp porn handjob tettome sex xnxxaflam italyano scopata nel bagno della scuola megasesso pompini latino video porno di donne cazzi grossi porno dialoghi italiani gay mia moglie lo succhia RAGAZZA TESTA PELATA FILM PORNO GRATIS ITALIANO ragazze si masturbbano e fanno sesso in autobus video gratis matura penetrata video amatoriale ragazza scopa in gita scolastica doppio anale megasesso litri di sperma face porno mega cazzi film di sesso con sborrate dentro boccale di sperma per figa pelosa ragazze lesbiche tette piccole porno group gratis gratis pompini amatoriali porno bocchini in strada scopate a due you tube gratis sola in casa porno gratis ragazza donne vecchie che schizzano video gratis porn ingioa latina nude e mature film porno massaggi film porno figlie palpate natasha brill porno cazzi giganti animali tettone in doccia primo pompino porno voglio porno milf ai massaggi gratis video lesbo massagi gratis italian free porno vedere gratistette di negre enormi fuper porno pornocazzone mamma fa il pompino al figlio bellissima scopata anale con sborrata in culo xhamster video gratis di cazzi grandi porno femminee video gratis pornostar formose

Strumenti

Gratis Porno Filmati - Storie Di Sesso

Un altro giorno infernale alla palestra... o

Il mio nome non ha importanza, ma quello che vi troverete in ogni mio racconto sono confessioni (reali o fantasiose) della mia vita.
Ecco un altro giorno in palestra, come sempre sono arrivato prossimo all'orario di chiusura. Stranamente oggi la palestra è deserta, non c'è anima viva. Di solito ci sono mi alleno anche con altri, ma stavolta ci siamo solo io e lei. La ammiro da diverso tempo, ci siamo conosciuti dopo un po' di tempo che ho iniziato a frequentare la palestra. Adoro il suo corpo, il suo viso incorniciato da quella stupenda chioma rossa, i suoi glutei modellati dalle ore passate qui, le sue labbra sono state un mio desiderio nascosto (per non parlare dei suoi seni...). Mi chiederete dove è il problema, è la solita donna casa e chiesa, ma sotto sotto sento che lei desidera di più. Stiamo finendo entrambi l'ultima serie di esercizi; il sudore che le scorre sul corpo la rende ancora più eccitante.... Inizio a sentirmi a disagio perché la mia eccitazione è palese e continua mi guarda. Colgo una strana luce nei suoi occhi, qualcosa come di sopito ma pronto ad accendersi. La vedo indugiare sul mio basso ventre e la vedo muoversi in modo più lento, studiato, come se volessi essere sicura che quello che vede è un apprezzamento della sua femminilità.
Sarà l'astinenza, sarà la mente che vaga, ma sento crescere il desiderio che ho per lei. Mi dice che ha finito, e mentre la guardo allontanarsi il pensiero di possederla si fa sempre più forte. Dopo pochi minuti che si è allontanata penso solo ad una cosa: "O la va o la spacca...". Con questo pensiero che mi formicola per la testa mi avvio verso gli spogliatoi. Mentre le due porte, per fortuna affiancate si avvicinano, sento l'eccitazione crescere a dismisura man mano che la distanza a quella porta minuisce. Prima di aprirla mi volta e controllo che siamo soli.
Mentre entro nello spogliatoio, sento il rumore dell'acqua scorrere nel locale docce. Mi guardo intorno e vedo i suoi indumenti sparsi vicino alla panca. Mi avvicino per annusarle e sentire il loro calore. Noto il suo intimo, tutt'altro che sportivo, composto da un semplice perizoma nero.... Mmmmm è bagnato, e non di sudore.... La voglia inizia a prendere il controllo del mio corpo. Mi spoglio anche io e entro con calma nel locale docce. La ammiro di spalle mentre la mia eccitazione mi precede sempre di più. Mi avvicino a lei e la stringo a me dicendole: "Ciao". Lei salta per il lieve spavento e risponde: "Che ci fai qui nudo? È lo spogliatoio sbagliato". Le sorrido; "Beh invece è proprio quello giusto secondo me". Le mie mani iniziano a prendere possesso del suo stupendo corpo, palpandolo, stuzzicandolo, stringendolo...
"Ti prego smettila, non qui. Potrebbe arrivare qualcuno"
Sento che le ultime difese stanno crollando mentre la rivolgo verso di me. I suoi occhi mi guardano, nudo. Il mio corpo non è così muscoloso, palestrato come la maggior parte degli altri uomini che normalmente frequentano la palestra, ma ciò che la attira davvero è il mio pene, duro e eccitato per lei, per quello che tra poco accadrà. Mentre avvicina una mano per toccarlo, io le prendo il viso e i nostri occhi si fissano. Ci desideriamo e ogni secondo che passa le sue ultime difese cadono mentre lentamente mi tocca.
Mentre la mia mano destra la avvicino a me, le dico: "Non ti preoccupare, ora saremo solo tu e io..." E avvicinandomi all'orecchio le dico "come so che desideravi da un po'". Percorro con la mano libera il suo collo, mi soffermo su suo seno. Appena lo sfioro la sua mano si serra forte sul mio pene e le scappa un sospiro. Avvicino il suo capezzolo, che inizia a indurirsi, alle mie labbra mentre lei delicatamente inizia a masturbarmi, saggiando l'oggetto del suo piacere con desiderio ogni volta che la mano sale e scende. Con stuzzico l'altro capezzolo e scendo tra le sue gambe, per avere conferma del suo desiderio. Appena le mie dita supera il suo ombelico, percepisco la sua ultima titubanza e la sento sussurrare: "No ti prego, non ancora..." Ma la mia mano mi dice altro. Mentre intrufolo tra le sue gambe l'indice, mi avvicino al suo orecchio e le dico: "Appena ti avrò toccata, tu sarai mia".
Lei fa per allontanarsi ma, così facendo, mi fa sentire quanto sia eccitata, vogliosa, desiderosa che io la prenda ora. Il calore e i liquidi che mi coprono l'indice ne sono la prova. Col mio corpo la spingo contro il muro della doccia, mentre l'acqua continua a scorrere sui nostri corpi.
"No ti prego, smettila" continua a dire, ma le mie labbra hanno già preso possesso del suo sesso, del suo desiderio e la mia lingua fa ciò che i suoi occhi mi implorano. Lecco le sue grandi labbra, i suoi umori mischiati all'acqua della doccia mi dissetano. Le sue mani si sono impossessate dei miei capelli, li tirano e mi schiacciano il suo viso contro il mio sesso. Più forte mi preme contro di lei, più le sue labbra mi implorano di darle piacere: "ti prego non ti fermare".
Penso solo questo: "è mia"
Mi alzo, e le chiedo fissandola negli occhi: "ora mi vuoi?"
La sua risposta esce veloce, come se fosse stata imprigionata da tempo: "Si"
Mentre l'acqua continua a scorrere, lascio che la voglia si impadronisca definitivamente di noi, lentamente la giro, poggiando le mie mani sui suoi fianchi. Le sue spalle sono contro il mio petto e i suoi glutei mi cercano, mi desiderano. Mi piego e inizio a entrare in lei, lentamente, gustandomi questo istante. Sento il suo corpo e il suo desiderio mentre avanzo dentro di lei. Urla la sua liberazione quando finalmente sente il mio bacino contro il suo, si gira e, fissandomi negli occhi, mi sorride muovendo il bacino. "Se è così l'inizio, figuriamoci come è il resto, mio bel porcello" A quelle parole, inizio a montarla con tutto il desiderio che mi ha generato nei lunghi mesi di conoscenza. La sbatto sempre più forte e ad ogni corpo sento che il muro dentro di lei non esiste più.
"Sei la mia puttana" le urlo
Lei, presa sempre di più dal piacere, risponde: "Si sono la tua puttana. Non smettere, sbattimi forte".
Il suo corpo freme sempre di più e le sue urla di piacere riempiono la stanza. Si gira e mi dice: "andiamo a metterci comodi".
Mi fa uscire, a malincuore da lei, e sculettando mi precede negli spogliatoi. Mi accarezza, fissando sempre il mio corpo e il mio viso. La sento diversa, libera e il suo corpo continua a urlarmi di continuare. Mi fa sedere su una panca e dice: "Ora è tempo che mi goda tutto questo con comodità". Impugna il mio pene sorridendo maliziosa. Le sue gambe avanzano sopra le mie e ammiro la sua stupenda fica con gli umori che escono da lei, percorrendo le sue stupende gambe toniche. Il suo sguardo è sempre fisso sul mio viso, come a dirmi che ora non la fermerà più nessuno. Si penetra delicatamente, facendomi scivolare dentro di lei di nuovo. Chiude gli occhi e assapora il mio lento scivolare in lei, ma io sono di tutt'altro avviso. Le mie mani riprendono posto sui suoi fianchi e la spingo contro di me. Spalanca gli occhi e dalla sua bocca spalancata le esce un gridolino di piacere. La bacio con passione e fissandola: "tu sei la mia puttana, ricordatelo sempre".
"Si sono la tua puttana, la tua troia" pronuncia mentre mi cavalca sempre più forte. La mia bocca prende possesso della sua e poi dei suoi seni, che danzano davanti a me in modo ipnotico. I nostri sospiri sono ora un indistinto urlo di piacere.
Non so riesco a capire quante volte lei sia venuta, so solo che il suo viso e le sue labbra non smettono di dirmi "Ancora, non ti fermare". La sento urlare sempre più forte, mentre il suo corpo si contorce nel piacere ancora e ancora, come se stesse dicendo al mondo che ora la sua rinascita è completa.
"Brava così, continua porcella mia. Sto per venire". Lasciandomi dentro di lei, si gira e continua l'ultima cavalcata, sempre più forte, sempre più profonda.
"Sto per venire ancora. Sei il mio porco". A sentirle pronunciare queste parole le vengo dentro, riempiendola completamente, coronando la nostra passione.
Ci facciamo di nuovo la doccia assieme, e ogni tanto indugio sul suo seno per farle tornare il desiderio, che però questa volta non volevo che l'abbandonasse più.
Una volta rivestiti, mi affaccio dalla porta dello spogliatoio, controllando che non ci sia nessuno. Lei si avvicina a me e mi saluta baciandomi con passione. "A presto mio stallone. Ci vediamo la settimana prossima", strizzandomi un occhiolino.
  • Viste: 574
  • Aggiunto il : 2016-01-16 05:51:41

Recensioni

Bu Hikayeye Henüz Yorum Yazýlmamýþ
Neden ilk yorumu siz yapmýyorsunuz ?


Mappa Racconti Sesso
RSS Racconti Erotici Racconti Pornos Racconti Cazzo - Racconti Sesso